• it


Archive: dicembre 2015


Christmas time: i vini (più) sorprendenti del 2015. E perché. Prima parte

di Fernando Pardini
Diciamolo subito: non di classifiche si tratta, casomai di immedesimazioni. Senza queste ultime, d’altro canto, l’anno che ci avviamo a lasciarci alle spalle sarebbe stato meno gradevole e assai più ovvio, “degustativamente” parlando. Ora, il fine ultimo (e primario) di questa ennesima dissertazione sul tema è elencare sorprese

Christmas time: i vini (più) sorprendenti del 2015. E perché. Prima parte

di Fernando Pardini Diciamolo subito: non di classifiche si tratta, casomai di immedesimazioni. Senza queste ultime, d’altro canto, l’anno che ci avviamo a lasciarci alle spalle sarebbe stato meno gradevole …

Abbinamento cibo-cocktail: funziona davvero?

di Franco Santini
Avete mai provato un menù abbinato a cocktail e distillati? Parliamo di una tendenza sempre più affermata anche in Italia: locali a tema aprono nelle principali città e le carte dei cocktail sono ormai immancabili nei ristoranti più prestigiosi. Personalmente sono sempre stato un po’ scettico

Abbinamento cibo-cocktail: funziona davvero?

di Franco Santini Avete mai provato un menù abbinato a cocktail e distillati? Parliamo di una tendenza sempre più affermata anche in Italia: locali a tema aprono nelle principali città …

Alle origini del privilegio. I Finages di Borgogna, terza parte: Côtes de Beaune/2

di Fernando Pardini
Concludiamo oggi il virtuale giro di Borgogna attraverso i suoi Finages. Lo facciamo approdando in Côte de Beaune, e affondando i ragionamenti nei suoi terroirs più vocati, dove si parla in rosso ma anche in bianco, e ad alti livelli. Da Volnay a Pommard, da Puligny a Chassagne-Montrachet, per toccare Finages meno noti ma non per questo forieri di meraviglia

Alle origini del privilegio. I Finages di Borgogna, terza parte: Côtes de Beaune/2

di Fernando Pardini Concludiamo oggi il virtuale giro di Borgogna attraverso i suoi Finages. Lo facciamo approdando in Côte de Beaune, e affondando i ragionamenti nei suoi terroirs più vocati, …

L’essenza dell’accoglienza. Hotel Chez Toi, a Oulx (To)

di Riccardo Farchioni
L’accoglienza, ah l’accoglienza. Quale parola ha suono più melodioso e significato più insidioso, quando si parla di hotellerie… Tentiamone allora una interpretazione: buona accoglienza significa trasmettere un po’ del proprio essere, del proprio vissuto, della propria sensibilità e cultura

L’essenza dell’accoglienza. Hotel Chez Toi, a Oulx (To)

di Riccardo Farchioni L’accoglienza, ah l’accoglienza. Quale parola ha suono più melodioso e significato più insidioso, quando si parla di hotellerie… Tentiamone allora una interpretazione: buona accoglienza significa trasmettere un …

L’Alto Adige nel bicchiere. Alla scoperta dei vignaioli sudtirolesi

di Paolo Rossi
MILANO – Complimenti. Non si può che iniziare facendo i complimenti all’Associazione Vignaioli dell’Alto Adige per come lavora e per come promuove il vino del proprio territorio. Ne è stata prova la degustazione del 23 novembre scorso a Milano, con 29 piccoli produttori

L’Alto Adige nel bicchiere. Alla scoperta dei vignaioli sudtirolesi

di Paolo Rossi MILANO – Complimenti. Non si può che iniziare facendo i complimenti all’Associazione Vignaioli dell’Alto Adige per come lavora e per come promuove il vino del proprio territorio. …

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy.
Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'.
In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi